Ripresa

Resta ancora una cosa da fare.
Imparare a montare i video, imparare a mettere i sottotitoli, trovare una musica adeguata come sottofondo. Possibilmente senza commuoversi, anche se chiudere il tutto e impacchettarlo e metterlo su youtube sembra un po’ davvero disfare la valigia e rimettere ogni cosa al proprio posto. Sembra davvero la fine di qualcosa, e l’inizio del tempo in cui non mi resta che ricordare questa bella avventura, e continuare a raccontarla ma come qualcosa di finito, concluso. E a me piaceva tanto raccontarla mentre accadeva, mentre era ancora fatta tutta di aspettative e imprevisti e curiosità per le possibilità che si aprivano.
Un bel modo di viaggiare.

Come quando arrivi alla fine della pagina, che è la fine del capitolo, che è la fine del libro. E richiudi la copertina, lo rigiri tra le mani, lo riponi sullo scaffale. Tutti verbi che iniziano con ri-, perché vorresti davvero fare di nuovo tutto un’altra volta.

Andiamo avanti, qual è il prossimo libro?

2 Comments on Ripresa

  1. uffa. sigh!

  2. Ho scoperto questo libro grazie a te e lo sto leggendo in questi giorni. Devo ringraziarti per avermi fatto conoscere questo delicato racconto di questo signore inglese.

Rispondi a Nervo McKracken (@Nervozzo) Annulla risposta

UA-83207466-1