2014 – 12/50

Ci sarebbe da aprire una lunghissima parentesi sul perché io non abbia letto prima “Il Conte di Montecristo”. Una lunghissima parentesi riassumibile in un’unica parola: stupidità. Me lo avevano detto TUTTI che era una storia appassionante, piena di colpi di scena, di atmosfere incredibili, di bellissimi personaggi e di mille emozioni e sentimenti. Eppure sono […]

2014 – 11/50

“La grande amica” è un libro leggero, triste e perfetto per un weekend di pioggia. È successo a tutti diventando grandi di incontrare qualcuno che stava diventando grande insieme a noi, solo un po’ più in fretta. Prendersi le misure, prenderle anche alla nuova libertà appena scoperta. L’entusiasmo per l’avventura che si affianca al timore e […]

2014 – 10/50

“Le particelle elementari” è un abisso meraviglioso. Da mancata filosofa della scienza e appassionata di struggimenti esistenziali l’ho amato in ogni sua virgola. “Ogni filosofia nuova, anche quando scelga di esprimersi sotto la forma di un’assiomatica apparentemente di pura logica, è in realtà solidale a una nuova concezione visiva dell’universo.” Possiamo scegliere un modello di […]

L’opera è donna – Aida

Quando incontriamo Aida capiamo subito che non si trova in una posizione semplice. Innanzitutto è una schiava etiope al servizio della figlia del faraone d’Egitto. Inoltre è innamorata, presupposto pericolosissimo per qualunque eroina di qualunque opera lirica. Quale può essere la combinazione peggiore per cui questi due elementi si possano fondere nel più letale dei modi […]

Il più grande teatro del mondo

Quello che più amo del teatro è la sua capacità di riversarsi fuori dalle quinte, dalle scene, dai foyer e diventare vivo. Come quando ripensiamo alla storia di un’eroina sfortunata e caparbia come per chiederle consiglio per quello che stiamo vivendo, o quando la dolce melodia di un’aria lirica ci accompagna mentre torniamo a casa sul […]

2014 – 9/50

“Il lamento del prepuzio” di Shalom Auslander è divertente, finché non diventa noioso. Perché dopo un po’ l’arguzia a tutti i costi diventa un po’ stucchevole, la disamina maniacale del proprio vissuto è pur sempre un esercizio di autoglorificazione e per quanto raccontato in modo ironico e dissacrante un ombelico rimane sempre un ombelico (o […]

Ciao, sono (stata) Hiro

“La natura insegna tutto” è il motto di Hirohiko Shoda, lo chef che insegna piatti coloratissimi e a “cottura zero” su Gambero Rosso Channel (411 di Sky, per i più pigri, ma lo trovate anche su twitter). “La natura insegna tutto” però potrebbe anche essere l’inizio di una lezione di arti applicate, e sebbene la cucina sia […]

2014 – 8/50

Non leggo quasi mai raccolte di racconti. Questa è una constatazione molto triste visto che invece i racconti mi piacciono tantissimo. Forse, spingendomi oltre, vorrei che venissero anche scritti più racconti. Non so perché invece in libreria ci sono molti più romanzi che raccolte di racconti. Forse i racconti sono più difficili da scrivere, o […]

Lettera d’amore 3071

Di te mi ricordo il sorriso più di ogni cosa. E non capita mai che ti pensi, ma se ti penso ricordo soprattutto il sorriso. Come quando mi passavi la giacca nel guardaroba di platea sinistra, per vedere quanto ci mettevo ad accorgermi che eri tu. O quando ti nascondevi per spuntarmi davanti all’improvviso. Quando […]